Humanity as Priority

Il progetto “Humanity as Priority” è stato finanziato dal programma Erasmus+ ed organizzato dalla Timiș Torontal Intercommunity Development Association. L’iniziativa si è svolta dal 23 al 29 agosto presso il Marabu Camp, villaggio di Milcoveni, contea di Caraș-Severin.
Al progetto hanno partecipato 42 giovani di età compresa tra 16 e 24 anni provenienti da Romania, Italia, Germania, Grecia, Lituania e Turchia.

Gli obiettivi del progetto “HUMANITY AS PRIORITY” sono stati:
– Conoscenza da parte dei partecipanti dell’attuale crisi migratoria in Europa e dei principi fondamentali dei diritti umani;
– Consentire ai partecipanti di riconoscere e combattere l’incitamento all’odio, la discriminazione nei confronti di migranti, rifugiati, richiedenti asilo;
– Promozione dei diritti umani e dell’inclusione sociale;
– Aumento dell’autostima nei giovani provenienti da ambienti gravemente svantaggiati utilizzando varie forme d’arte, espressione di dialogo come il teatro, la prosa, i flash mob.

Durante gli 8 giorni del progetto sono stati utilizzati metodi di lavoro basati sull’educazione non formale: varie forme di teatro, giochi, diversi laboratori come danza, musica, interazione con la gente del posto, serate interculturali, riflessione. I ragazzi hanno avuto modo di capire cosa significano i diritti umani, quali effetti negativi hanno quando questi diritti non vengono rispettati, cosa sono l’uguaglianza e l’inclusione. Inoltre hanno avuto modo di capire come questi possono aiutarli a rispettare i diritti e ad accettare le persone svantaggiate dalla società.

The project financed by the Erasmus + program and organized by the association Timiș Torontal Intercommunity took place between August 23-29, at Marabu Camp, Milcoveni village, Caraș-Severin county.
42 young people aged 16-24 from Romania, Italy, Germany, Greece, Lithuania and Turkey participated in this project.

The objectives of the project were:
– to increase participants’ knowledge of the current migration crisis in Europe and the fundamental principles of human rights
– to help the participants to recognize and fight hate speech, discrimination against migrants, refugees, asylum seekers
– to promote human rights and inclusion
– to develop the self-esteem of young people from severely disadvantaged backgrounds using various art forms, an expression of dialogue such as theatre, drama, flash mobs.

During the 8 days of the project, have been applying working methods based on non-formal education were such as various forms of theatre, games, workshops such as dance, music, interaction with locals, intercultural evenings, reflection.
All the participants had the opportunity to understand what human rights mean, what negative effects they have when these rights are not respected, what equality and inclusion are and how they can help them to respect these rights and to accept disadvantaged people by society.