We fight Bullying!

Lo scambio culturale “We fight Bullying” avvenuto a Brebu, in Romania, ha affrontato insieme ai giovani partecipanti la tematica del bullismo. Un fenomeno molto diffuso nelle nostre scuole e dove, secondo i dati, tre bambini su dieci sono esclusi dal gruppo dei pari: minacciati di essere maltrattati sia fisicamente che psicologicamente dagli altri compagni di classe o di scuola. Inoltre, molti di loro si ritrovano ad essere ulteriormente umiliati difronte ai loro compagni di classe.
A causa della mancanza di informazioni sulla prevenzione e sulla lotta del fenomeno, gli studenti che cadono vittima di bullismo subiscono in silenzio violenze fisiche, psicologiche ed emotive da parte di colleghi, insegnanti e personale scolastico, rimanendo in uno stato di vita inappropriato per la propria crescita personale.

Per contrastare questo fenomeno in crescita, il progetto è stato mirato con l’obiettivo di combattere il bullismo insieme ai ragazzi provenienti dai 6 paesi europei.
I partecipanti che hanno preso parte alle attività hanno avuto modo di essere coinvolti dinamicamente in azioni di volontariato contro le discriminazioni promuovendo la tolleranza nelle scuole delle comunità svantaggiate. Comprendendo come utilizzare al meglio gli strumenti a disposizione, i ragazzi si sono recati nelle scuole rurali del posto per poter aiutare a ridurre gli atteggiamenti violenti nei confronti dei gruppi di giovani ragazzi a rischio di esclusione sociale.

In questo senso, i partecipanti hanno sviluppato nel corso del progetto materiali che possono essere scaricati qui e utilizzati nelle campagne di Anti-Bullismo.